28.4.11

Verso oriente



Parli di cinema orientale e ti citano John Woo.
Colombe, pistole al rallenty e tizi appesi alle corde che fanno finta di volare.
D'accordo i film di genere, ma se penso al cinema asiatico a me viene in mente tutt'altro.

Ecco una lista di film che trovo preziosi e raccontano bene mondi che, ringraziando il cielo, riescono ad essere ancora lontanissimi.


MAGHI E VIAGGIATORI




Un ragazzo decide di scappare dal suo paesino sperduto sui cocuzzoli inaccesibili del Tibet, e di scendere in città per trovare un modo di arrivare in America. Una strampalata compagine di viaggiatori fa la sua stessa strada, a piedi. Tra questi un venditore di mele, la figlia di un commerciante di carta di riso e un monaco che ogni sera racconta loro delle favole magiche.
Il film è di un regista buthanese (buthaniano? insomma del Buthan), che ha studiato per anni in monasteri buddhisti, per poi uscirne e fare da assistente a Bertolucci ai tempi de L'ultimo imperatore.
Delicato ed esoterico.


SAMSARA

Un uomo cerca l'illuminazione per tre anni dentro un pozzo. Quando ne viene tirato fuori, scopre che non puoi affrancarti dai desideri e dal vizio senza averli provati tutti. Con le mani e col cuore. Si perde nel Mondo, novello Siddharta, si innamora, si sposa, lavora. Si illude.
Un film che mette alla berlina i limiti e le contraddizioni del pensiero buddhista. Un po' la versione tibetana di quello che fa De Andrè ne "Il testamento di Tito".
Coraggioso e feroce, di una sensualità rara.



BALZAC E LA PICCOLA SARTA CINESE





Cina, durante la follia della rivoluzione culturale. Due ragazzi, due intellettuali, vengono spediti nelle risaie dell'entroterra per essere Rieducati in quanto figli di "sporchi borghesi". Tra risaie e porcili troveranno una cassa di libri proibiti e una contandina che vuole imparare a leggere.
Jules et Jim con gli occhi a mandorla. Un inno alla bellezza.


2046

E' il numero di una camera d'albergo, intorno alla quale ruotano una serie di storie torbide e personaggi equivoci. L'ideale seguito di un altro grande film di Wong Kar Wai, "In the mood for love". La fotografia è una sinfonia: è firmata dall'australiano Christopher Doyle, che per me è il nuovo Storaro. Un genio. Non per niente è stato direttore della fotografia anche di Sua Maestà Zhang Yi Mou. E' attivo a Hong Kong, ma ha lavorato anche con gente come Ivory, Barry Levinson, Gus Van Sant. Ultimamente ha firmato la fotografia di "Lady in the water".


PRIMAVERA, ESTATE, AUTUNNO, INVERNO... E ANCORA PRIMAVERA.

Del coreano Kim Ki Duk basta dire "Ferro 3 - La casa vuota". Chi non ha amato le atmosfere surreali di quel film. Prima di Ferro3 però Ki Duk ha diretto questo piccolo gioiello dal nome lunghissimo. Un anziano maestro e il suo discepolo vivono in un tempio galleggiante, intorno a quale ruotano vorticose (o lente) storie di madri, figlie, poliziotti, assassini. Ma la vita passa, inesorabile per tutti. Scandita dalle stagioni, sempre uguali, ogni volta diverse, e dal Sutra della Saggezza. Un film più piccolo rispetto a Ferro3, ma altrettanto bello. Capolavoro.


L'IMPERATORE E L'ASSASSINO

In questa carrellata non poteva mancare Chen Kaige, l'enfant prodige, il Luchino Visconti del cinema cinese. E' il regista di "Addio mia concubina". Il film racconta del primo sanguinario imperatore (Qin Shi Huang Di) e dell'assassino ingaggiato da sua moglie per ucciderlo. E' la stessa storia di Hero (d'altronde è una trama classica cinese, un po' come Romolo e Remo da noi), ma è tutto un altro film.
E' un western. Anzi no.

7 commenti:

Maurizio ha detto...

Hai mai visto dei film di Kenji Mizoguchi? Io ne ho fatto incetta cercando di documentarmi per "Rangaku" e sono rimasto folgorato.
Se vuoi te li presto, ne ho un po', anche in splenditi cofanetti, ma rigorosamente in lingua originale, sottotitolati in francese.
Pensaci e semmai, fammi un fischio ;o))

Emi ha detto...

Il maestro di Kurosawa!
Io ne ho visto solo uno, se mi presti il cofanetto li vedo molto volentieri!

Benny ha detto...

2046 l'ho visto e rivisto... meraviglioso

jullien ha detto...

Eh Emi, purtroppo in Italia arriva un panorama ridicolmente ridotto di cio' che e' il cinema orientale (in special modo cinese e coreano..ma in certo modo anche giapponese). Stando qui in Cina ti rendi conto di quanto bel cinema, quante belle storie e quanti buoni attori, registi ecc. non abbiamo mai nemmeno sentito parlare (complici anche criteri di scelta per i film da far uscire in Italia piuttosto discutibili). Per ora mi permetto solo di citare la filmografia di Feng Xiaogang (a parte l'ultimo, non riuscitissimo) per quanto riguarda la Cina, e due piccole perle dal Giappone che non vedo nella tua lista ma credo siano usciti anche in Italia (per lo meno in DVD): uno e' Okuribito (The Departures in inglese) di Takita Yojiro http://www.imdb.com/title/tt1069238/ , l'altro e' Tasogare Seibei (uscito in italia in DVD solo sottotitolato in italiano con il titolo Il Samurai del crepuscolo) di Yamada Yoji, con uno strepitoso Sanada Hiroyuki http://www.imdb.com/title/tt0351817/.
Per Feng puoi cercare Tangshan Dadizhen (Aftershock) con un ottimo Chen Daoming e una bravissima Xu Fan http://www.imdb.com/title/tt1393746/
Feicheng Wurao (If you are the one), molto divertente, con un sempre fantastico Ge You http://www.imdb.com/title/tt1330607/
Jijiehao (Assembly) http://www.imdb.com/title/tt0881200/
Tianxia Wuzei (A World Without Thieves) http://www.imdb.com/title/tt0439884/
Shouji (Cell Phone) satira sociale con Ge You e Zhang Guoli
http://www.imdb.com/title/tt0399650/
Jiafang Yifang (The Dream Factory) http://www.imdb.com/title/tt0260987/
e qualche altro....
Dimenticavo anche la filmografia di Jiang Wen (che e' anche un ottimo attore), in special modo l'ultimo Rang Zidan Fei (Let the bullets fly) http://www.imdb.com/title/tt1533117/
Guizi lai le (Devils on the doorstep) http://www.imdb.com/title/tt0245929/
Yangguang Canlan de Rizi (In the heat of the sun) http://www.imdb.com/title/tt0111786/.
Ce ne sono una marea di altri, e magari poi ne aggiungo qualcuno che ora a memoria mi vien difficile (magari Yi ge Mosheng Nvren de Laixin - Letter from an unknown woman - che mi ha fatto riscoprire Xu Jinglei come attrice e come regista http://www.imdb.com/title/tt0424234/ )...

Alessandro

Emi ha detto...

Ma grazie Ale,
sei nominato sul campo corrispondente dalla Cine di questo blog!
Proverò a cercare qualcuno di questi titoli, anche se la vedo dura. Forse è più facile riuscire a trovarli sottotitolati in inglese.

jullien ha detto...

Qualcuno, forse sottotitolato in inglese dovrei averlo in divx (sicuramente Assembly di Feng Xiaogang) e quelli potrei provare a caricarli su qualche sito di filesharing tipo file dropper e poi te li scarichi da li'...Altri li ho in DVD e li' la vedo piu' dura...fammi sapere

jullien ha detto...

MI veniva in mente che qualche altro, velocita' di connessione permettendo dall'Italia, te lo puoi gustare (almeno quelli sottotitolati in inglese) su qualche sito di video sharing cinese, ce ne sono a bizzeffe tra Tudou, Youku, Qiyi, Sohu, Sina video ecc., che qui vedere film e serie anche online e una cosa diffusissima e i video sono spessissimo di ottima qualita'. Quando ho tempo do un'occhiata e vedo di mandarti qualche link diretto ai film...ma tu ricordamelo

Alessandro